1° Raduno Riams Mugello

Maggio 16, 2019 Off Di admin

Sono le 9 del mattino e, come ogni giorno, le porte del McDonald’s di Barberino del Mugello sono chiuse, ma non per molto. Oggi è un giorno speciale e il famoso fastfood, solo per noi del RIAMS, oggi apre il suo ingresso in anticipo di 2 ore sul solito orario per ospitare le decine e decine di iscritti che qui si sono dati appuntamento per il primo sfavillante, emozionante raduno del RIAMS club. Non sono passati infatti che pochi minuti dalle 9 che già le prime auto sportive, d’epoca o entrambe le cose, arrivano rombando e parcheggiano per fare l’iscrizione e godersi l’ottima colazione a base di caffè, donuts e ciambelle colorate. La giornata è splendida, il sole brilla e già scalda l’aria frizzante del Mugello. Le auto continuano ad arrivare: piccole, variopinte 500, Lancia Delta Martini Racing, Nuove 500 Abarth, Porsche d’annata e Ferrari giallo limone. Sembrano non finire più e in un’ora il parcheggio si riempie di auto bellissime. Anche i nostri ospiti del club 500 Euganeo da Padova arrivano a bordo delle piccole 500, sono un gruppetto davvero avventuroso e simpatico. Fatte le iscrizioni si parte alla volta del Mugello circuit. Si guida volentieri per le splendide strade baciate da un sole che ci fa pensare più a un maggio inoltrato che a marzo. Fa caldo e chi può apre la capote. Arrivati davanti al gigantesco casco che troneggia sull’ingresso entriamo uno ad uno per recarci alla pista del cosiddetto “Mugellino”, quella dei Go kart, dove, mentre i più temerari e corsaioli si sfideranno sull’asfalto a bordo dei Kart, gli altri stuzzicano l’appetito con un aperitivo godendosi lo spettacolo. Cominciano le qualifiche e i “piloti”, dapprima un po’ impacciati, sciolgono rapidamente la loro guida esplorando la reattività del volante e testando la tenuta dei piccoli Kart. Si comincia a fare a “sportellate” e qualcuno finisce, senza conseguenze, in testacoda prendendo una curva in maniera troppo audace. Nelle orecchie degli spettatori, da un lato il rumore dei Kart che si inseguono, dall’altra il rombo delle Aprilia che stanno facendo un test purtroppo (per noi che non possiamo assistere) a porte chiuse sul circuito ufficiale, ma solo il sentirle passare crea un’atmosfera davvero unica ed eccitante. Terminate le qualifiche si schierano i piloti sulla griglia e allo scattare del verde si parte! Subito in testa entrano in bagarre tre piloti, Leonardo Lelli, e Davide Balduzzi che per tutta la gara si scambiano di posto sorpassandosi e dando vita ad un duello combattuto. Gli altri non sono da meno e tutti arrivano al traguardo in una manciata di secondi. L’unica ragazza del gruppo, giovane e carina si difende con onore e anche se arriva penultima viene premiata con una medaglia “d’oro” per l’ottima performance e per la dimostrazione di carattere eaudacia. Il podio vede salire in ordine: al terzo gradino il nostro vice presidente Davide Balduzzi, e sul gradino più alto del podio Leonardo Lelli (facente parte anch’egli del consiglio del RIAMS e a cui va il merito di aver partecipato in grande misura all’organizzazione del raduno) che ha saputo sfruttare ogni staccata e sfiorare i cordoli per rubare ogni decimo di secondo battendo così gli altri due. Tempo di risalire in auto e in pochi minuti raggiungiamo il ristorante “I tre laghi” immerso nel verde e affacciato appunto su un piccolo lago di pesca sportiva. Ci aspetta un ottimo pranzo a base di affettati, tortelli mugellani fatti casa e arrosto. Tra una portata e l’altra il nostro presidente Matteo Cascella ringrazia i partecipanti e premia alcuni di loro con una targa. Nel frattempo una piccola lotteria ci accompagna fino al dolce, decorato con il logo del RIAMS per terminare in bellezza. Finito il pasto e preso il caffè in pochi se vanno subito e molti si trattengono godendosi il sole tiepido in riva al lago e chiacchierando della giornata appena trascorsa. Quando gli organizzatori decidono di tornare verso casa è pomeriggio inoltrato, stanchi, ma soddisfatti della riuscita ci salutiamo. Tirando le fila della giornata possiamo ritenerci appagati dal lavoro svolto, possiamo e dobbiamo migliorare, ma l’dea di organizzare raduni diversi dal solito, dove non si venga liquidati con un pacco di pasta e una bottiglia di vino scadente e dove il clou della giornata non si risolva solo in un piatto di pasta, ma si vada oltre, è stato accolta con entusiasmo e lo sforzo dedicato a questo meeting, apprezzato. L’intento del RIAMS club non è solo quello “passivo” di esporre in maniera senz’altro interessante e divertente, bellissime auto in un piazzale, ma è anche quello di rendere protagonista, non solo l’auto, ma anche l’iscritto al meeting facendolo divertire e proponendo esperienze culturali e interessanti via via diverse e inaspettate. Questo primo raduno ha visto la corsa con i go Kart come sua caratteristica, nei prossimi potrà essere una visita guidata ad una fornace o ad un museo, un’esperienza che forse senza questa occasione non avremmo fatto, o ancora percorsi e panorami poco conosciuti che il nostro splendido territorio ci offre, ma senza ovviamente rinunciare a golose tappeaudacia. Il podio vede salire in ordine: al terzo gradino il nostro vice presidente Davide Balduzzi, e sul gradino più alto del podio Leonardo Lelli (facente parte anch’egli del consiglio del RIAMS e a cui va il merito di aver partecipato in grande misura all’organizzazione del raduno) che ha saputo sfruttare ogni staccata e sfiorare i cordoli per rubare ogni decimo di secondo battendo così gli altri due. Tempo di risalire in auto e in pochi minuti raggiungiamo il ristorante “I tre laghi” immerso nel verde e affacciato appunto su un piccolo lago di pesca sportiva. Ci aspetta un ottimo pranzo a base di affettati, tortelli mugellani fatti casa e arrosto. Tra una portata e l’altra il nostro presidente Matteo Cascella ringrazia i partecipanti e premia alcuni di loro con una targa. Nel frattempo una piccola lotteria ci accompagna fino al dolce, decorato con il logo del RIAMS per terminare in bellezza. Finito il pasto e preso il caffè in pochi se vanno subito e molti si trattengono godendosi il sole tiepido in riva al lago e chiacchierando della giornata appena trascorsa. Quando gli organizzatori decidono di tornare verso casa è pomeriggio inoltrato, stanchi, ma soddisfatti della riuscita ci salutiamo. Tirando le fila della giornata possiamo ritenerci appagati dal lavoro svolto, possiamo e dobbiamo migliorare, ma l’dea di organizzare raduni diversi dal solito, dove non si venga liquidati con un pacco di pasta e una bottiglia di vino scadente e dove il clou della giornata non si risolva solo in un piatto di pasta, ma si vada oltre, è stato accolta con entusiasmo e lo sforzo dedicato a questo meeting, apprezzato. L’intento del RIAMS club non è solo quello “passivo” di esporre in maniera senz’altro interessante e divertente, bellissime auto in un piazzale, ma è anche quello di rendere protagonista, non solo l’auto, ma anche l’iscritto al meeting facendolo divertire e proponendo esperienze culturali e interessanti via via diverse e inaspettate. Questo primo raduno ha visto la corsa con i go Kart come sua caratteristica, nei prossimi potrà essere una visita guidata ad una fornace o ad un museo, un’esperienza che forse senza questa occasione non avremmo fatto, o ancora percorsi e panorami poco conosciuti che il nostro splendido territorio ci offre, ma senza ovviamente rinunciare a golose tappe

1° Raduno Riams Mugello